Via Cap. Alessio 96/B - 36027 Rosà (VI) Italia
Listrop Viaggi & Turismo S.r.l.
0424 584911
PROPOSTA DI VIAGGIO

West America: I Parchi dell'Ovest

  • West America: I Parchi dell'Ovest
  • West America: I Parchi dell'Ovest
  • West America: I Parchi dell'Ovest
  • West America: I Parchi dell'Ovest
  • West America: I Parchi dell'Ovest
  • West America: I Parchi dell'Ovest
  • West America: I Parchi dell'Ovest
  • West America: I Parchi dell'Ovest
  • West America: I Parchi dell'Ovest
  • West America: I Parchi dell'Ovest
  • West America: I Parchi dell'Ovest
  • West America: I Parchi dell'Ovest
  • West America: I Parchi dell'Ovest
  • West America: I Parchi dell'Ovest
MAPPA ITINERARIO

Informazioni

DURATA
15 giorni
Necessiti di ulteriori informazioni?

Contattaci per un appuntamento!

PROGRAMMA GIORNALIERO

Partenza dall’aeroporto e arrivo a San Francisco, disbrigo delle formalità doganali e trasferimento in hotel. San Francisco è una delle mete di viaggio più importanti del mondo, oltre 16 milioni di turisti visitano annualmente la città del Golden Gate. E’ conosciuta per la sua fresca nebbia estiva, per le sue ripide colline, per la sua vivacità culturale e il suo eclettismo architettonico, che affianca stile vittoriano e architettura moderna, per i suoi famosi paesaggi, incluso il Golden Gate Bridge e soprattutto per Chinatown, che ospita la più grande comunità cinese di tutti gli Stati Uniti. Pernottamento in hotel.

Intera giornata dedicata alla visita della città. Si inizia al mattino con il cuore pulsante di San Francisco, Union Square, la piazza principale e importante punto di passaggio, contornata da hotel di lusso, bei monumenti, negozi di classe e teatri. Proseguimento verso Alamo Square, nei pressi della quale si trovano le famose Painted Ladies, un raggruppamento di case vittoriane private che per via del particolare colore ed eleganza si è guadagnato in pieno lo status di “attrazione”. Continuazione verso la famosa Lombard Street, una via unica che, grazie ai suoi famosi tornanti, è diventata forse una delle strade più fotografate del mondo. Insieme al Golden Gate Bridge e alle celebri Cable Car è una delle attrazioni simbolo della città di San Francisco. Da qui proseguimento verso la Coit Tower, la celeberrima torre di Telegraph Hill; dall’ultimo piano si gode di una vista mozzafiato sulla città. Da qui si scenderà verso il Fisherman’s Wharf, (molo del pescatore), uno dei luoghi di interesse di San Francisco più chiassosi e festaioli. È ancora un punto d’attracco per le barche da pesca e per moltissime otarie, ma soprattutto è una zona piena di negozi, locali e ristoranti. Sosta per il pranzo. Nel pomeriggio si visiterà il famoso PIER 39 (molo 39) divenuto dimora negli anni di una colonia di otarie. Successivamente ci sposteremo per ammirare e percorre il famoso Golden Gate Bridge il grande ponte rosso che unisce San Francisco alla contea di Marin, è il simbolo di San Francisco, una delle sfide alla natura più ardite mai lanciate dall’architettura americana: 2700 metri di lunghezza sorretti da 2 giganteschi piloni chiamati a resistere ai forti venti e alle impetuose correnti della baia. Uno dei modi più belli di vedere il Golden Gate è affittare una bicicletta e attraversarlo arrivando fino a Sausalito, una graziosa località di mare conosciuta anche come la Portofino d’America. Al temine rientro in hotel e pernottamento.

Mattinata dedicata alla visita di Alcatraz. Partenza con il traghetto dal molo 33. La prigione di Alcatraz a San Francisco è sicuramente il penitenziario più famoso degli Stati Uniti, se non del mondo. Molti dei più noti criminali americani, fra cui Al Capone, hanno scontato qui la loro pena e vi hanno trovato la morte o per la durezza delle condizioni di vita o per gli svariati tentativi di evasione non andati a buon fine. Al termine rientro a terra e tempo per il pranzo. Nel pomeriggio partenza verso sud. Sulla strada per Fresno si attraverserà la famosa Silicon Valley, che riveste un ruolo centrale nell’immaginario collettivo quando si parla di computer e tecnologia in generale: qui hanno sede infatti tutti i colossi dell’High Tech, come Apple, Goggle e Facebook. Proseguimento del viaggio con arrivo a Fresno in serata, sistemazione in hotel e prnottamento.

Prima colazione in hotel. Partenza in direzione del famoso Sequoia National Park. Il parco costituisce uno dei tesori più spettacolari e meno visitati del Golden State. Qui si trova il General Sherman Tree, l’albero più grande del pianeta, il Moro Rock, un monolite di granito dalla cui cima si gode di una vista spettacolare, il Tunnel Log: uno degli spot fotografici più celebri del parco e la Crescent Meadows, una verde radura che John Muir ha definito “Gem of the Sierras”. Molti i sentieri percorribili a piedi per addentrarsi negli spettacolari boschi di sequoie. Nel tardo pomeriggio al termine delle escursioni partenza in direzione di Bakesrfield, città della parte meridionale di Central Valley e ricca di sorprese. Nota un tempo per il petrolio e l’agricoltura,si è trasformata grazie a una miscela vibrante di arte, cultura e centri sportivi, pur continuando a offrire uno spaccato affascinante sulle tendenze tradizionali dell’area. Un luogo intrigante da visitare per scoprire il passato della città si trova circa 73 km a nord ed è il Colonel Allensworth State Historic Park, la sede di un insediamento dei primi del Novecento da parte degli afroamericani nel tentativo di creare una società utopica lontana dalle influenze negative del mondo esterno. Arrivo, sistemazione in hotel e pernottamento.

Partenza verso Las Vegas. Sosta per il pranzo libero a Calico Ghost Town, cittadina mineraria vicino a Barstow, un villaggio del vecchio West dove il tempo sembra essersi fermato. L’aspetto attuale di Calico Ghost Town non è propriamente quello autentico, visto che la città ha subito degli interventi di restauro che hanno portato alla rimozione di edifici originali e alla loro sostituzione con le tipiche architetture e facciate che i turisti si aspettano di trovare in una cittadina western. Tuttavia, alcune strutture originali e risalenti alla febbre dell’oro sono ancora in piedi: ad esempio i Saloon di Lil e Joe, l’ufficio cittadino, la casa di Lucy Lane (che ospitò in origine l’ufficio postale e il palazzo di giustizia e che adesso è un interessante museo), la Galleria di Smitty e il negozio. Proseguimento verso Las Vegas con arrivo nel tardo pomeriggio. Sistemazione in hotel e pernottamento. Ufficialmente denominata la "Città di Las Vegas" e spesso conosciuta semplicemente come Vegas, è la 28ª città più popolosa degli Stati Uniti, la città più popolosa dello stato del Nevada, ed è il capoluogo della contea di Clark. La città è l'ancora dell'area metropolitana detta Las Vegas Valley ed è la città più grande all'interno del vasto deserto del Mojave.Las Vegas è una rinomata località turistica di fama internazionale, conosciuta principalmente per il gioco d'azzardo, lo shopping, i ristoranti, i divertimenti e la vita notturna. La Las Vegas Valley nel suo complesso è il principale centro finanziario, commerciale e culturale del Nevada. La città si autodefinisce "la capitale mondiale dell'intrattenimento" (The Entertainment Capital of the World) ed è famosa per i suoi mega casinò-hotel e le attività associate. È una delle prime tre destinazioni negli Stati Uniti per le convention aziendali e un leader globale nel settore dell'ospitalità, rivendicando più hotel AAA Five Diamond di qualsiasi altra città del mondo. Oggi, Las Vegas si classifica annualmente come una delle destinazioni turistiche più visitate al mondo. La tolleranza della città per numerose forme di intrattenimento per adulti gli è valsa il titolo di "città del peccato" (Sin City) e ha reso Las Vegas un ambiente popolare per letteratura, film, programmi televisivi e video musicali.

In mattinata partenza verso lo Zion National Park, parco naturale affascinante, caratterizzato da una gola profonda scavata dal fiume Virgin, un canyon ampio e davvero mozzafiato con dei dirupi che calano a picco per circa 3.000 metri. Caratteristici i colori rosso brillante e bianco e le incredibili rocce scolpite che si affiancano alle valli pensili. Interessante la Zion Scenic Drive, una strada di 6 miglia, percorribile con bus navetta gratuito, che offre splendidi punti panoramici sulle impressionanti formazioni rocciose. Proseguimento verso il Bryce Canyon lungo la Zion-Mount Carmel Highway (UT-9). Specialmente per quanto riguarda il segmento orientale della strada, si può dire che si tratta di una delle scenic drive più suggestive del west. Arrivo al Bryce Canyon nel tardo pomeriggio, sistemazione al Ranch e pernottamento.

Prima colazione libera. In mattinata partenza per Bryce Canyon. Il Bryce Canyon National Park, istituito nel 1928 e così denominato in onore del mormone Ebenezer Bryce, può vantarsi di possedere alcune delle rocce più colorate della Terra, i famosi “hoodoos“, pinnacoli del tutto singolari scolpiti da fenomeni naturali d’erosione. Visita dei più famosi punti panoramici del parco, Bryce Point, Inspiration Point, Sunset Point. Possibilità di fare un leggero trekking su uno dei numerosi sentieri che attraversano il parco.  Il parco nazionale del Bryce Canyon è situato nel sud-ovest dello Utah al limite est dell'Altopiano di Paunsaugunt; nonostante l'asprezza dell'ambiente quest'area è stata occupata da varie popolazioni negli ultimi 10000 anni. Alla fine dell'era glaciale popolazioni preistoriche usavano questa zona come riserva di caccia e così anche gli antichi abitanti dei Pueblo, gli indiani Paiute raccoglievano pinoli e organizzavano cacce al coniglio su vasta scala. I pionieri mormoni portarono l'acqua dal plateau alla valle sottostante scavando un canale di irrigazione lungo 16 km che permise lo sviluppo dell'agricoltura in quest'area altrimenti arida. Nel pomeriggio si riprenderà il viaggio verso Page. Arrivo sistemazione in hotel e pernottamento.

Mattinata dedicata alla visita guidata dell’Antelope Canyon. L’Antelope Canyon è un canyon stretto (ma facile da attraversare) con forme interne vertiginose create dall’acqua e dal vento. La luce entra solo dalla parte superiore e in certi momenti del giorno conferisce all’arenaria una splendida tonalità cromatica. L'Antelope Canyon consiste di due formazioni separate, chiamate Antelope Canyon superiore e Antelope Canyon inferiore. I due tratti sono separati dalla strada 98. Il rift che ha generato i due canyon, nel suo percorso verso il lago Powell trova per primo uno sbarramento costituito da una formazione di arenaria posta trasversalmente al suo percorso. Qui genera l'Antelope Canyon superiore (Upper Antelope Canyon) lungo solamente duecentosettanta metri, più agevole e facile. Proseguendo l'avvicinamento verso il lago, dopo cinque chilometri circa verso nord, l'erosione penetra nel terreno generando il più lungo e meno agevole Antelope Canyon inferiore (Lower Antelope Canyon) lungo oltre quattro chilometri. Entrambi i tratti,costituiscono una vera meraviglia della natura, e sono una vera sfida per i fotografi a causa delle difficili condizioni di luceNel pomeriggio breve sosta al punto panoramico Horseshoe Bend, sicuramente uno degli scenari più spettacolari dell’Arizona; successivamente partenza verso Mesa Verde. Arrivo, sistemazione in Motel fuori dal parco, cena libera e pernottamento.

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita di Mesa Verde. Mesa Verde National Park è un parco nazionale ubicato nell’angolo sud-occidentale dello stato del Colorado e denominato patrimonio dell’umanità UNESCO. Il parco è conosciuto in tutto il mondo per i cliff dwellings, antichi villaggi rupestri incastonati all’interno di nicchie rocciose e incredibilmente ben conservati, tanto da rappresentare alcuni dei siti archeologici più interessanti del Nord America. Visita al complesso di Cliff Palace, la più grande dimora rupestre del Nord America. La dimora e il parco si trovano nell'angolo sud-occidentale del Colorado, nel sud-ovest degli Stati Uniti. Nel pomeriggio partenza per Monumento Valley. Arrivo al lodge, sistemazione nelle camere, cena libera e pernottamento.

Mattinata dedicata alla visita di Monument Valley con escursione in jeep. I tre monoliti di sabbia rossa che si stagliano sull’orizzonte della Monument Valley sono ormai diventati un simbolo non solo dell’immaginario tipico del Far West americano, ma anche degli Stati Uniti stessi. La celebre valle è una “movie location” per eccellenza perché John Ford se ne innamorò al punto di “costringere” gran parte delle trame dei suoi film a passare da questo luogo e così gli venne dedicato un punto panoramico memorabile: il John Ford’s Point. La Monument Valley è uno dei simboli degli Stati Uniti occidentali. Il pianoro desertico è in realtà di origine fluvialee si trova al confine tra Utah e Arizona in un'area abbastanza isolata quanto estesa che dista più di 70 km dalla cittadina più vicina: Kayenta. Nella Monument Valley ci vive ancora oggi una tribù di indiani. La strada principale che conduce al luogo è la Highway 163. Il territorio è prevalentemente pianeggiante ad eccezione del fatto che la pianura è cosparsa da una sorta di gugliedette butte o mesas a seconda della loro conformazione. Questi edifici naturali formati da roccia e sabbia hanno la forma di torri dal colore rossastro con la sommità piatta più o meno orizzontale; alla base si accumulano detriti composti da pietrisco e sabbiale. Al termine dell’escursione partenza verso Williams. Arrivo, sistemazione in hotel e pernottamento.

In mattinata partenza per il Grand Canyon, che si trova a pochi chilometri da Williams. Il Grand Canyon è una gola profonda e immensa; un abisso che si divarica fra due sponde: North e South Rim (bordo nord e bordo sud). Fra queste il canyon si allarga e si restringe lungo il suo interminabile percorso, arrivando anche a una distanza di 29 km. La giornata sarà dedicata alla visita del South Rim. Possibilità di escursione facoltativa in elicottero. South Rim è la sponda del Grand Canyon dove convergono il maggior numero di turisti, con tanto di strutture attrezzate per la ricezione, il Gran Canyon Village, con alloggi ristoranti e centro visitatori. Numerosi sono i punti d’osservazione lungo il bordo, fra cui Desert View, Buggeln, Grandview Point, Mather Point (dove c’è il centro visitatori), Yavapai Point, Hopi Point (particolarmente bello al tramonto), Shoshone Point e Hermits Rest. Questi e tutti gli altri osservatori naturali del bordo sud possono essere ammirati facendo il Rim Trail (il percorso di tutto il South Rim). Il punto migliore è Desert View, il più alto del South Rim, dove si erge una singolare torre d’osservazione in pietra decorata con murales di leggende indiane costruita nel 1932 da Mary Colter. La torre offre la possibilità di godersi lo stupendo panorama a 360°. Al termine rientro in hotel a William, cena libera e pernottamento.

Prima colazione in hotel. Lunga giornata di trasferimento verso Los Angels. Si percorrerà una parte della famosa Historic Route 66. La United States Route 66 o Route 66 è una highway  statunitense. È una delle prime highway federali; fu aperta l'11 novembre 1926, anche se fino all'anno seguente non furono installati tutti i cartelli indicatori. Originariamente collegava Chicago alla spiaggia di Santa Monica attraverso gli stati Illinois, Missouri, Kansas, Oklahoma, Texas, Nuovo Messico, Arizona e California e la distanza complessiva era di 3 755 km (2 448 miglia). La Route 66 fu una strada usata per la migrazione verso ovest, specialmente durante il dust bowl, e supportò l'economia delle comunità attraverso le quali passava. La US Route 66 fu ufficialmente rimossa dal sistema delle highway nel 1985, quando assieme alle altre fu rimpiazzata dallo Interstate Highway System. La strada esiste attualmente con il nome di historic Route 66. È così tornata sulle mappe in questa veste. Arrivo a Los Angeles in serata, sistemazione in hotel e pernottamento.

Mattinata dedicata alla visita dei maggiori punti d’interesse di Los Angeles. Si inizia con il Famoso Hollywood Boulevard, dove si trova la Walk of Fame con le impronte dei più importanti artisti di Hollywood, il Teatro Cinese e il Dolby Theatre dove ogni anno si tiene la famosa cerimonia degli Oscar. Si potrà ammirare la famosa scritta di Hollywood che svetta sulle colline di Los Angeles, prima di dirigersi verso il famoso quartiere di Beverly Hills e Rodeo drive. Pranzo libero. Pomeriggio da dedicare alla visita degli Universal Studios o dei Warner Bros Studios. Los Angeles è la più grande città della California e la seconda di tutti gli Stati Uniti per quanto riguarda la popolazione, inoltre si trova in una posizione molto particolare, tra l’Oceano Pacifico e le montagne di San Gabriele; non lontano c'è il deserto e a circa due ore di macchina c'è il confine col Messico. La città, fondata nel 1781 da coloni spagnoli con il nome di Nuestra Señora Reina de Los Angeles non è sempre stata come la conosciamo oggi, anche dopo l'annessione agli Stati Uniti; non troppo tempo addietro infatti era un piccolo centro chiamato El Pueblo de Nuestra Senora la Reina de Los Angeles mentre oggi è una delle più grandi metropoli del mondo e una delle principali città degli States, oltre a essere la città entrata nell'immaginario collettivo per le sue spiagge infinite e per la scritta Hollywood che porta alla mente i più grandi capolavori cinematografici. Pernottamento in hotel.

Intera giornata dedicata alla visita delle più famose spiagge di Los Angeles. Si comincia con Venice beach e una passeggiata sul Venice Boardwalk, un ampio lungomare da cui si gode una bellissima vista di L.A. e dove si possono incontrare numerosi artisti di strada e venditori di chincaglierie. Proseguimento per Santa Monica. Qui oltre a tutti gli elementi iconici della vita balneare californiana, si può trovare uno dei più celebri segnali stradali di tutta l’America, il punto conclusivo della leggendaria strada Route 66. Oltre al molo (Santa Monica Pier), le altre principali zone da visitare sono l’animatissima Third Street Promenade e la Main Street. In serata consigliamo una passeggiata a Olvera Street, nella zona più antica del centro cittadino, dove è possibile passeggiare fra le bancarelle di un coloratissimo mercatino messicano e mangiare piatti tipici accompagnati da musica dal vivo (l’area è parte di El Pueblo de Los Angeles Historic Monument). Rientro i hotel e pernottamento.

In mattinata trasferimento in aeroporto in tempo utile per il disbrigo delle formalità di check-in per il volo di rientro.

Loading...